Monetizzare la tua passione con Instagram (intervista ad Arianna Cavina)

business instagram interviste marketing

Durante la prima edizione di Lanciati Online Summit – l’evento virtuale per imprenditori digitali, creator e professionisti che vogliono far crescere il loro business, la loro community e i propri progetti digitali – ho avuto il piacere di intervistare Arianna Cavina.

 

Arianna ha costruito un seguito di più di 90 mila follower ai quali insegna quotidianamente come monetizzare la propria passione usando Instagram.

 

Se hai da tempo nel cassetto un’idea di progetto da lanciare online oppure vuoi far crescere il tuo business usando Instagram, allora devi assolutamente ascoltare i consigli di Arianna!

 

Ciao Arianna, vuoi raccontarci chi sei, cosa fai e come puoi aiutarci?


Ciao a tutti, sono Arianna, sono un Instagram e Business Coach da due anni e sono la fondatrice di Instagram Academy, in cui insegno step by step a utilizzare la piattaforma di Instagram, non solo per farsi conoscere ma anche per monetizzare la propria passione.

 

Io credo che Instagram debba essere la nostra vetrina; quindi, non è direttamente Instagram che ci paga per fare i contenuti, ma dobbiamo sfruttare la piattaforma per farci conoscere, portare valore agli altri. In pratica, quello che faccio è insegnare tutte le strategie che ho appreso in questi anni per far sì che gli altri a loro volta raggiungano i risultati.

 

Uno step importantissimo per poter monetizzare su Instagram è fare una  ricerca di mercato ovvero comprendere se il nostro prodotto o il servizio che vogliamo proporre è richiesto oppure no; capire quali sono i competitor e se effettivamente riescono a monetizzare.

 

Quindi bisogna focalizzarsi su una cosa sola e farla al meglio. Capire questo per me è stata la svolta: all’inizio cercavo di fare 3-4 cose contemporaneamente (avevo il mio corso, facevo le coaching, vendevo ebook); poi ho iniziato a focalizzarmi solo su un aspetto e a concentrare le mie forze solo su quello. Così sono veramente riuscita a creare il mio business.

 

Un altro punto fondamentale è avere una presenza online costante. Io consiglio sempre di scegliere solo 1-2 canali di comunicazione, i più adatti a quello che stiamo offrendo, e cercare clienti attraverso contenuti quotidiani.

 

Se dovessi iniziare da zero con un mio business, che cosa dovrei fare come primo passo pratico?

 

La prima cosa da fare è chiederci che cosa vogliamo fare di questa pagina Instagram, a cosa ci servirà. Dopodiché dobbiamo iniziare a sviluppare questo progetto: quindi studiare un po’ il target a cui ci vogliamo rivolgere; capire quali sono i bisogni e i desideri del nostro pubblico di riferimento; andare a creare i contenuti per rispondere alle loro esigenze.

 

Tutti i contenuti che faccio sono sempre mirati a soddisfare un bisogno o a rispondere alle domande più frequenti del mio pubblico.

Per fare questo, uno strumento che io consiglio sempre è Feedly. Tutte le settimane io vado a spulciare i vari articoli del mio settore, mi tengo sempre informata, cerco di ascoltare il mio pubblico attraverso le domande e i post. Sono tutte idee che posso trasformare in contenuti.

Altra cosa importante è fare periodicamente un’analisi per capire che cosa ha funzionato e quali contenuti ottengono più interazioni, così da riproporli in chiave diversa.

 

Qual è il consiglio migliore per passare da un semplice like o follow sul tuo profilo Instagram alla vendita di un prodotto o di un servizio?


Sicuramente è fare contenuti per vendere, quindi parlare del nostro prodotto. Spesso le persone hanno paura di parlare di quello che propongono un po’ perché non vogliono passare per il profilo che promuove solo i prodotti, un po’ perché hanno paura di annoiare o di perdere follower.

 

Io consiglio di fare un piano editoriale che preveda contenuti formativi o di intrattenimento, ma che non tralasci di spiegare cosa proponiamo, che sia un prodotto o un servizio, in modo che le persone lo conoscano e lo acquistino.

 

Per superare la paura di vendere, iniziate a lanciare il vostro prodotto periodicamente (io lo faccio una volta a settimana, magari per iniziare fatelo una volta al mese) e sfruttate i direct message se non volete farlo pubblicamente o nelle storie.

 

Quanto conta realmente l’estetica del feed su Instagram? È bene per un personal brand inserire ogni tanto foto personali?


Io personalmente consiglio sempre di alternare i propri contenuti, quindi anche fare quei post dove ci raccontiamo perché le persone hanno bisogno di capire chi c’è dall’altra parte dello schermo.

 

Dal momento che c’è così tanta competizione, farci conoscere anche per i nostri valori e metterci la faccia è assolutamente fondamentale.

 

Per quanto riguarda il feed, credo che sia importante avere un feed curato, omogeneo perché dà l’idea di una persona che veramente crea i suoi contenuti con impegno. D’altra parte, l’estetica non è tutto, perché alla fine quello che conta è il contenuto.

 

 

Vuoi far crescere il tuo business? ✈️


Partecipa GRATIS al programma Lanciati Online! e scopri come puoi semplificare il tuo modo di lanciare prodotti, servizi e progetti in modo da costruire il business (e la vita) dei tuoi sogni.

Mi interessa!